Poi, spegni la luce

Di Daniela Losini | 30 ottobre 2011 alle 22:00

L’altro giorno mi son messa a scorrere alcune foto che avevo scattato. Solo tre settimane fa avevo ancora i sandali. Da qualche giorno invece ho rimesso gli anfibi. Nel frattempo ho capito alcune cose.

- Ci sono delle persone che scambiano l’affetto per una forma di controllo: non funziona. Mai.

- Ci sono delle persone che incatenano altre con le loro fottute paure: non funziona. Prima o poi si viene ai coltelli.

- Non serve il quieto vivere: serve capire.

- Non serve raccontare le cose, serve farle. Ma se c’è qualcuno che le racconta dopo, è perfetto.

- Il dolore fisico è qualcosa che si dimentica sempre in fretta e che si rimuove: ogni volta che torna ti ricordi perché la rimozione è utile.

- Non saprei dirvi cosa significa stabilire un legame con un essere umano: so per certo che capita o non capita. Con mio nipote è capitato subito. Come se fosse sempre stato lì, come se lo spazio fisico per lui da quello mentale fosse passato a quello tangibile.

- Ogni volta che ci sono delle cose da sistemare e che non funzionano serve ragionare, lasciar decantare. Lasciar passare anche qualche tempo e riprenderle, poi le parole per spiegare arrivano.

- Ci sono delle persone che se ti succede qualcosa di bello, sì sono contente per te ma poi dicono però o ma. Non so se questa cosa mi piace. Ci sto riflettendo.

- No, non mi piace. Ho deciso.

- Questo post vale per un paio di mesi.

- Esci presto la mattina e mi spiace sempre di non svegliarmi e trovarti lì, ma poi so che mi telefonerai alle otto e che io brontolerò perché lo farai mentre starò facendo colazione o sarò alle prese con una grana di lavoro da sistemare. Questa cosa mi piace perché spero che tu non smetterai mai di telefonarmi e io di sbuffare. Si chiama matrimonio.

- Le giornate sono più corte e viene buio prima e il buio serve a riposare. L’ultimo che esce, spenga la luce.

Categorie: Blog
Tag:
4 Commenti Segui la discussione di questo post via RSS.
Puoi lasciare un commento | trackback

4 commenti su “Poi, spegni la luce”

  1. Gatto Nero scrive:

    Losini, ti amo

  2. marcantonio scrive:

    clik

Lascia un commento