Tu, di cosa parli quando parli di disperazione

Di Daniela Losini | venerdì 19 novembre 2010 alle 12:28

Lo sai vero che è saper rimanere in sala d’aspetto con dignità?

Mio padre nel 2008 è stato in America

Di Daniela Losini | venerdì 5 novembre 2010 alle 11:07

Questi sono i messaggi che ci siamo scambiati.

Padre Mandante: Sono a NY. Un sacco di gente col cellulare. In genere un sacco di gente.
Figlia Ricevente: Ok. Comprami l’Iphone.
PM: Cascate del Niagara very nice. Bacione.
FR: Ok. Te lo ricordi il film con Marylin?
PM: Sono a Los Angeles, domani partenza per Phoenix 640 km attraverso il deserto della California. Come stai? Un bacione.
FR: Bene. A Easy Rider dai del lungo.
PM: Sto andando al Gran Canyon anche con l’elicottero. Augh da Vento nei Capelli. Ciao.
FR: Ok. Hai preso il peyote. Ciao da Due calzini.
PM: Un bacione da Las Vegas (ho quasi finito i soldi…)
FR: Ah vedi di non dimenticarti la zia alle slot machine. Salutami tutti.
PM: Sono sul ponte Golden Gate a San Francisco, qui sono le tredici. Bacione.
FR: Non buttatevi è alto mi dicono. Buon Pranzo.

Non si dovrebbe mai scrivere nulla quando il colore delle foglie digrada al giallo

Di Daniela Losini | giovedì 4 novembre 2010 alle 11:53

Solo qualche giorno fa le foglie degli alberi che vedo dalla mia finestra, erano rosse. Un rosso caldo, come il colore che sprigiona la legna quando brucia.

Oggi sono gialle.

Non lo so se mi piace che le cose cambino così in fretta. Allo stesso tempo penso che se le cose non cambiassero, quale altra ragione avremmo di starcene al mondo?

Ci sono tante malinconie: la malinconia in primavera, la malinconia in inverno, la malinconia d’estate e quella dell’autunno.

Quella dell’autunno mi frega. Sempre.

Tutte le volte che pensate che la vostra vita non abbia un senso

Di Daniela Losini | martedì 2 novembre 2010 alle 15:18

Dateglielo.